di Douglas Mortimer

I sindacati USB, Confail e ORSA hanno proclamato uno sciopero di 24 ore del trasporto di Circumvesuviana, Cumana, Circumflegrea e MetroCampania NordEst. La giornata di lotta ha paralizzato letteralmente la circolazione in città lanciando un forte segnale alle dirigenze, che negli ultimi 10 anni hanno scientemente fatto collassare i trasporti pubblici con l’obiettivo di privatizzarli.
Lo sciopero è stato indetto contro le politiche della Regione Campania, sui problemi della sicurezza sulle linee ferroviarie, per la tutela dei lavoratori a cui spetterebbero passaggi di livello.

Uno sciopero di enorme portata che manda un chiaro segnale alle amministrazioni pubbliche e private, che con le loro politiche hanno smantellato ciò che rimaneva del trasporto su gomma e su ferro in Campania e che garantiva, seppur con mille difficoltà, la possibilità di spostarsi a milioni di lavoratori, studenti e disoccupati, senza dover ricorrere al trasporto privato.

Nato a Cesena nel 1992. Ha studiato antropologia e geografia all'Università di Bologna. Direttore della Voce delle Lotte, risiede a Roma e milita nella Frazione Internazionalista Rivoluzionaria (FIR).