Iniziativa di lotta in difesa della lavoratrice Maria Piacevole

  • Category: Lavoro
  • Date: maggio 18, 2017

di Sismic

Siamo stati presenti sotto gli uffici dell’amministrazione Anm al fianco della lavoratrice Maria Piacevole, attaccata vigliaccamente dalla direzione aziendale per aver raccontato apertamente la realtà della propria azienda. L’intento è oramai palese: vogliono privatizzare ANM e per farlo devono mettere a tacere ogni voce scomoda.


Forse potrebbe interessarti anche: Anm, si va verso la privatizzazione


Mentre molti lavoratori dell’azienda erano al fianco della loro collega, non si è fatta attendere la manovra populistica della giunta De Magistris: durante la stessa giornata, alcuni consiglieri DeMa hanno simbolicamente occupato l’ufficio dell’Ad Ramaglia, chiedendo un incontro con lo stesso per il ritiro della sospensione e per il reintegro della lavoratrice.

Si sono accorti, però, troppo tardi degli atteggiamenti di Ramaglia o, forse, i legami politici con l’Amministrazione Comunale che sostengono non gli permette di esporsi in maniera netta.

Approfondiremo questa faccenda nel prossimo articolo della rubrica sulla Anm.

3 Commenti

  1. Esprimo la più ampia solidarietà nei confronti della lavoratrice Maria Piacevole.
    Delegato RSU Inps Massa Carrara
    Delegato SI COBAS Pubblico Impiego

  2. E’ vergognoso l’ atteggiamento del’ azienda che si scaglia contro una lavoratrice solo per il fatto che questa ha detto soltanto la verità, e quando si dice la verità non si denigra, ma si constata solamente lo stato reale delle cose. Ma probabilmente al presidente Ramaglia, o a chi per lui, ha dato fastidio che a farlo non siano stati i sindacati, organi preposti ad attaccare, e criticare l’ andamento del’ azienda, ma una dipendente che stufa di assistere allo sfascio della sua azienda per incapacità, e mala gestione da parte di una dirigenza che nonostante si navigasse in brutte acque, continuava a prendersi lauti stipendi, e privilegi vergognosi. Speriamo che la proprietà chieda conto a chi ha preso questa decisione di sanzionare la dipendente, e che faccia annullare il provvedimento disciplinare comminato alla Piacevole. Il collega del CTP Marretta Antonio.

  3. La mia solidarietà a una lavoratrice che viene punita xche’ esprime un pensiero , il suo pensiero nel suo posto di lavoro permettendosi di criticare l’AD . Maria io sto con te e la testa non l’ abbasso

Lascia un commento

Please enter your name.
Please enter comment.

1 2 3 4 5

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.