Militanti del sindacalismo di base lanciano l’appello per il fronte unico e per lo sciopero generale del 27 ottobre

Pubblichiamo di seguito l’appello scritto promosso da lavoratori iscritti alla USB e condiviso anche da altri militanti del sindacalismo conflittuale, che invita la USB e la parte combattiva della CGIL ad aderire allo sciopero del 27 ottobre lanciato dalla maggioranza delle sigle sindacali di base.
In queste ore la direzione USB ha diffuso un comunicato in cui chiede alla piattaforma di mutare la data dello sciopero. 
Un dibattito che pensiamo sia importante per il fatto che potrebbe unire i lavoratori combattivi per la costruzione di un vero sciopero generale. Come FIR c’impegneremo affinchè si prosegua verso la politica dell’unità dei lavoratori a prescindere dalla tessera sindacale di appartenenza, così come nel nostro programma.

APPELLO PER LA FORMAZIONE DI UN FRONTE UNICO SINDACALE DI CLASSE

PER UN’AZIONE GENERALE DI LOTTA DI TUTTA LA CLASSE LAVORATRICE

IN DIFESA DELLA LIBERTÀ DI SCIOPERO

A seguito del successo dello sciopero generale dei trasporti e della logistica del 16 giugno scorso promosso da quasi tutto il sindacalismo di base in solidarietà con la lotta dei lavoratori di Alitalia ed a sostegno di rivendicazioni di categoria, il fronte padronale – industriali, esponenti governativi e di opposizione, la segreteria generale della Cisl – ha reagito con finta ed ipocrita indignazione invocando una nuova legge antisciopero che peggiori la legislazione vigente, già fra le più restrittive d’Europa.

Il 19 luglio in sede di commissione parlamentare è iniziato l’esame di due proposte di legge il cui contenuto prevede – fra altri punti – la restrizione della facoltà d’indire sciopero alle sole organizzazioni sindacali che godono della cosiddetta rappresentanza – quella formale ed ottenibile secondo regole da esse stesse stabilite d’intesa col padronato – cioè a Cgil, Cisl, Uil e Ugl.

La legge per ora riguarderebbe solo il settore dei trasporti ma facilmente sarebbe estendibile a tutto il settore dei cosiddetti servizi pubblici essenziali, già molto vasto e che padronato e governi hanno continuato e continueranno ad estendere, coinvolgendo sempre più lavoratori.

Una legge di questo tipo, poi, preparerebbe il terreno ad ulteriori provvedimenti legislativi o accordi sindacali di segno analogo per il resto della classe lavoratrice.

QUELLO CHE IL FRONTE PADRONALE STA COMPIENDO È QUINDI UN GRAVISSIMO ATTACCO ALLA LIBERTÀ DI SCIOPERO.

Questo accade perché industriali, partiti antioperai e sindacati collaborazionisti sono pienamente consapevoli del fatto che lo sciopero è l’arma fondamentale di difesa dei lavoratori, nonostante fingano di credere e sostengano il contrario.

Da anni, sotto la spinta della crisi mondiale, causata non dai lavoratori ma dalle leggi economiche del capitalismo, le condizioni di vita e di lavoro dei salariati sono sottoposte ad un attacco sempre più duro e che nelle intenzioni del regime padronale deve andare ancora avanti e più a fondo. Non è un caso che stiano divenendo sempre più frequenti i provvedimenti disciplinari e i licenziamenti contro i militanti sindacali combattivi.

Industriali e finanza, coi loro partiti di governo e opposizione, coi loro potentissimi mezzi stampa e televisivi, coi loro sindacati complici, deridono la lotta di classe facendola passare come un’anticaglia del passato e al contempo si adoperano per limitare l’uso dello sciopero fino al punto da renderlo – se compiuto in termini di legge – inutile, così da poter continuare a combatterla, questa guerra, contro una classe lavoratrice disarmata.

La storia anche recente della lotta di classe, in Italia e nel mondo, ha dimostrato che i lavoratori hanno la forza per dispiegare scioperi che spezzino anche le catene legislative, come accaduto ripetutamente negli ultimi anni fra i tranvieri, violando con scioperi selvaggi le vigenti leggi antisciopero 146/1990 e 83/2000. La lotta di classe non può essere fermata. Tuttavia è evidente che ogni nuovo laccio posto per ostacolare lo sciopero avvantaggia temporaneamente il padronato in questa lotta. Il problema va affrontato sul piano della forza.

L’UNICO MODO PER IMPEDIRE CHE L’ARMA DELLO SCIOPERO CI VENGA STRAPPATA DI MANO È QUELLO DI IMPIEGARLA.

UNA PARTE DEL SINDACALISMO DI BASE HA PROCLAMATO PER IL 27 OTTOBRE LO SCIOPERO GENERALE DI TUTTA LA CLASSE LAVORATRICE.

Una delle ragioni del successo dello sciopero del 16 giugno è stato il sostegno ad esso di un ampio fronte sindacale. La lotta in difesa della libertà di sciopero è una questione ancor più generale ed importante di quelle che mossero quello sciopero e necessita perciò della costruzione di un FRONTE UNICO SINDACALE ancora più ampio, che coinvolga tutti i sindacati di base che ancora non vi hanno aderito ed anche le opposizioni di sinistra dentro la Cgil.

CI RIVOLGIAMO QUINDI:

– a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori affinché abbraccino questa giornata di lotta, aderiscano allo sciopero e s’impegnino alla sua preparazione per la sua migliore riuscita;

– agli iscritti e i militanti sindacali di tutte le organizzazioni sindacali di base affinché si battano per porre finalmente fine al settarismo della maggior parte delle loro dirigenze che da anni impedisce azioni sindacali unitarie in grado di dispiegare scioperi davvero potenti;

– agli iscritti e i militanti sindacali delle organizzazioni sindacali che ancora non hanno dato adesione allo sciopero – l’Unione Sindacale di Base, la Confederazione Cobas e gli altri minori – affinché la pretendano dalle loro dirigenze, affinché partecipino all’Assemblea nazionale del 23 settembre a Milano indetta per la sua costruzione e, in ogni caso, affinché aderiscano e sostengano apertamente questo sciopero;

– agli iscritti e i militanti dei sindacati che già hanno proclamato lo sciopero affinché si facciano sostenitori dell’ulteriore allargamento del fronte sindacale alle organizzazioni che ancora non vi hanno aderito, subordinando al principio pratico dell’unità d’azione dei lavoratori le questioni che da queste organizzazioni li dividono;

– agli iscritti e i militanti delle opposizioni di sinistra dentro la Cgil affinché aderiscano e sostengano apertamente questo sciopero, battendosi contro questo attacco alla libertà di scioperare volto ad indebolire tutto il sindacalismo di classe e a rafforzare la gabbia del sindacalismo collaborazionista e la sua unità entro cui rinchiuderli.

FIRMATE, PROPAGANDATE E FATE FIRMARE QUESTO APPELLO !

Venerdì 18 agosto 2017

PER ADESIONI SCRIVERE A: appello27@gmail.com

PAGINA FACEBOOK: PER UN FRONTE UNICO SINDACALE DI CLASSE

PRIMI FIRMATARI (adesioni in aggiornamento)

Emanuela Pulcini – Rsa Usb Coopculture – Roma
Domenico Travaglini – Usb ICS Maugeri – Tradate (Varese)
Domenico Destradis – Rsa Usb FCA Melfi – Potenza
Mariopaolo Sami – Usb Vigili del fuoco – Genova
Mimmo Mignano – SI Cobas FCA Pomigliano – Napoli
Antonio Montella – SI Cobas FCA Pomigliano – Napoli
Marco Cusano – SI Cobas FCA Pomigliano – Napoli
Massimo Napolitano – SI Cobas FCA Pomigliano – Napoli
Roberto Fabbricatore – SI Cobas FCA Pomigliano – Napoli
Andrea Furlan – Rsa Filcams Cgil (Il sindacato è un’altra cosa) Ho Group – Roma
Lorenzo Mortara – Rsu Fiom (Il sindacato è un’altra cosa) Ykk – Vercelli
Edoardo Todaro – Rsu Confederazione Cobas Poste Italiane – Firenze
Francesca Romano – RSU Confederazione Cobas Sanità Università e Ricerca – Firenze
Fabio Bertelli – Usb Pensionati – Firenze
Ivan Maddaluni – Cub Trasporti Trenitalia – Firenze
Stefano Fidenzio – licenziato Sistemi Informativi Ibm – Roma
Domenico Stratoti – Rsa Hotel Majestic (Il sindacato è un’altra cosa) – Roma
Marco Marsano – Segretario Provinciale Or.S.A. Tpl – Genova
Serafino Biondo – Rsu Fiom (Il sindacato è un’altra cosa) Fincantieri – Palermo
Gianfranco Camboni – SI Cobas, insegnante – Olbia (Sassari)
Patrizio Agostini – lavoratore ATAC – Roma
Francesco Cappuccio – Rsu SI Cobas Sanità (S. Martino) – Genova
Giancarlo Dadda – USB Lavoro Privato – Milano
Gianfranco Besenzoni – USB Lavoro Privato – Milano
Robert Donis – USB ICS Maugeri – Veruno (Novara)
Ariel Acievedo – Rsu Usb Sanità (Gaslini) – Genova

FIRMATARI
Federico Giusti – Rsu Comune – Pisa
Giovanni Regali – Cub Trasporti Tpl – Lucca
Folco Pensotti – Lavoratore scuola (ATA) – Usb Torino
Simona Carta – Disoccupata (Logistica) – SI Cobas – Pavia
Paolo Bartoli – Disoccupato (Corriere) – Cub Trasporti
Giuseppe Visconti – Lavoratore comunale – Napoli
Rampoldi Giancarla – ICS Maugeri – Tradate (Varese)
Paola Squizzato – ICS Maugeri – Tradate (Varese)
Barbara Ferrario – ICS Maugeri – Tradate (Varese)
Emanuela Marocco – ICS Maugeri – Tradate (Varese)
Serena Sandri – ICS Maugeri – Tradate (Varese)
Salvatore Caligiuri – ICS Maugeri – Tradate (Varese)
Salvatore Ferla – SI Cobas Malpensa – Varese
Fabio Bencivenni – Rls Usb PI Servizi Vigilanza Gallerie Estensi – Modena
Fabrizio Dumas – Segreteria SGB di Treviso
Sisinnio Bitti – Pensionato (infermiere) – SI Cobas – Olbia
Igino Crestanini – Pensionato (Officine Ferroviarie Veronesi) – Verona
Valentina Roberto – Fronte Popolare Autorganizzato SI Cobas – Messina
Fabio Cocco – Usb Fca Sevel Atessa – Chieti
Alessandra Ialenti – Usb Fca Sevel Atessa – Chieti
Rossana Di Girolamo – Usb Fca Sevel Atessa – Chieti
Claudia Pezzella – Fca Sevel Atessa – Chieti
Maurizio Rispoli – Fca Sevel Atessa – Chieti
Michela Cianci – Fca Sevel Atessa – Chieti
Vito Valvano – Usb Fca Melfi – Potenza
Michele Sammario – Usb Licenziato Fca Melfi – Potenza
Silvano Fanelli – Usb Fca Melfi – Potenza
Antonio Genovese – Usb Fca Melfi – Potenza
Claudio Cappiello – Usb Fca Melfi – Potenza
Giuseppina Imbrenda – Usb Fca Melfi Potenza
Donato Auria – Fmlu Cub Indotto Fca Melfi – Potenza
Franco Acinapura – Usb Tpl – Potenza
Donato Carlucci – Usb Rendina Ambiente – Potenza
Assunta Basentini – Disoccupata – Potenza
Angelo De Stradis – Concessionaria Fiat – Potenza
Piero Azzoli – Fiom Fca Cassino – Lazio
Linda Torraco – Fca Termoli – Campobasso
Leonardo Melli – Studente lavoratore – Reggio Emilia
Simonetta Sizzi – Disoccupata (impiegata parafarmacia) – SI Cobas – Milano
Paolo Spinelli – Usb Fca Sevel Atessa – Chieti
Di Benedetto Robert Viktor – Usb Fca Sevel Atessa – Chieti
Antonio De Stefano – Usb Fca Melfi – Potenza
Antonio Lorusso – Fca Melfi – Potenza
Michele Bochicchio – Fca Melfi – Potenza
Silvia Stella – Usb Fca Sevel Atessa – Chieti
Stefano Mucci – Usb Fca Sevel Atessa – Chieti
De Luigi Steven – Usb Fca Sevel Atessa – Chieti
Agostino Sabato – Alternativa Sindacale Fca Melfi – Potenza
Andrea Di Paolo – Soa Fca Termoli – Campobasso
Costanzo Mastrangelo – Usb Fca Melfi – Potenza
Ezio Elia – USB New Holland S. Mauro Torinese – Torino
Rsu, delegate e delegati della Cub Sanità di Padova e provincia
Paola Li Bassi – Usb Ics Maugeri Tradate – Varese
Emanuela Fattore – Usb Ics Maugeri Tradate – Varese
Fiorella Nalin – Cgil Ics Maugeri Veruno – Novara
Katia Marchesi – Ospedale Busto Arsizio – Varese
Fabiola Porretta – Usb Coopculture – Roma
Agata Castello – Usb Coopculture – Roma
Daniele Divetta – Rsa Usb Coopculture – Roma
Giulio Biocca – Usb Coopculture – Roma
Gianna Lunesu – Lavoratrice Coopculture – Roma
Marco Messina – Lavoratore Coopculture – Roma
Patrizia Fabbricini – Cgil Funzione Pubblica – Roma
Maria Elena Muffato – Lavoratrice – Napoli
Renato Amodio – Lavoratore – Napoli
Donato Di Santo – Flmu Cub Fca Melfi – Potenza
Pasquale Sportiello – Usb Indotto Fca Melfi – Potenza
Donato Possidente – Fca Melfi – Potenza
Antonio Di Lullo – Usb Fca Sevel Atessa – Chieti
Rocco Miccoli – Usb Fca Sevel Atessa – Chieti
Maurizio Galuppo – Usb Fca Termoli – Campobasso
Daniele Mochi – Usb ATAC – Roma
Gennaro Genia – Indotto Fca Melfi – Potenza
Antonio Lopez – Indotto Fca Melfi – Potenza
Michele Sabia – Indotto Fca Melfi – Potenza
Ferdinando Pastore – Fca Melfi – Potenza
Rocco Sansone – Fca Melfi – Potenza
Luigi Carnevale – Fca Melfi – Potenza
Giovanni Sileno – Fca Melfi – Potenza
Luciano Becce – Fca Melfi – Potenza
Coordinamento Provinciale Cub Vicenza
Renato Ceccarello – Insegnante – Padova
Mario Eustachio De Bellis – Pensionato (insegnante) Usb – Roma
Eduardo Sorge – Movimento Di Lotta Disoccupati “7 Novembre” – Napoli
Spartaco Martinelli – Rsa Filcams (Il Sindacato è un’altra cosa/Opposizione Cgil) Distribuzione Lazio/Umbria
Alessandro Ruggeri – Lavoratore Hotel Nuova Gallia – Roma
Elvio Lategano – Soa (Sindacato Operai Autoconvocati) – FCA Termoli – Campobasso
Alfredo Tamburini – Soa (Sindacato Operai Autoconvocati) – FCA Termoli – Campobasso
Arianna Lodeserto – Ricercatrice Precaria Scuola – Roma
Stefano Pilloni – Usb Coopculture – Roma
Massimo Pignone – Disoccupato – Basilicata
Claudio Caira – Disoccupato – Genova
Neal Peruffo – Usb Coopculture – Roma
Alessio Spataro – Autore Di Fumetti – Roma
Daniela Rosa – Usb Coopculture – Roma
Cossia Gabriella – Usb Ics Maugeri Tradate – Varese
Faustino Giani – Rsu C.U.B. P.I. Min. Difesa – Aderente al gruppo Pubblico Impiego in Movimento – Pavia
Michele Passannante – Fca Melfi – Potenza
Francesco Ferrentino – Fca Melfi – Potenza
Manuela Patrono – Poste Italiane – Puglia
Angela Sarli – Insegnante – Basilicata
Regina Carmela Cilibrizzi – Pensionata – Basilicata
Egidio Arcangelo Sarli – Pensionato – Basilicata
Mauro Dibattista – Fca Melfi – Potenza
Daniele Sepe – Musicista – Campania
Pasquale Brunacci – Delegato RSU SGB Istituto Tumori – Milano
Maurizio Barsella – Cub Trasporti – Firenze
David Leoni – Cub Trasporti – Firenze
Marco Fantechi – Segretario Cub Trasporti – Firenze
Gerard Fabbiano – Fca Melfi – Potenza
Leonardo De Angelis – Rsa Usb Sistemi Informativi – Roma
Margherita Ceolin – Lavoratrice Coopculture – Roma
Marco Iddio – Lavoratore – Collettivo Csoa Scup – Roma
Donatella De Stefano – Giornalista – Basilicata
Fabio Canofari – Insegnante – Roma
Annalisa Gonnella – Fotografa/Lavoratrice Precaria – Roma
Vittorio Sabatiello – Rsa Cgil Coopculture – Roma
Alessandra Ardolino – Lavoratrice Coop. Verona83 – Roma
Damiano Proietti – Lavoratore Coop. Verona83 – Roma
Federico Avagnano – Lavoratore Coop. Verona83 – Roma
Sacha Nadia Tolomeo – Consulente Marketing E Comunicazione – Roma
Nicola Puglielli- Insegnante/Musicista – Roma
Valentina Pettinelli – Lavoratrice Precaria – Roma
Noemi Vignati – Lavoratrice Coopculture – Roma
Andrea Porzio – Lavoratore – Roma
Marco Petruccioli – Insegnante – Collettivo Csoa Scup – Roma
Daniele Rex – Lavoratore – Roma
Maria Teresa Camorcia – Fca Melfi – Potenza
Gaetano Valentini – Pensionato Ministeri Usb – Bari
Marco Spezia – Tecnico Della Sicurezza Sul Lavoro
Giorgio Barbarini – Irccs Policlinici San Matteo – Pavia
Cesare Romano – Rsa Filcams Cgil Appalto Atac di Portonaccio – Direttivo Reg. e Naz. Filcams Cgil – Roma
Alessandro Ceccopieri – Rsu Usb Sistemi Informativi – Roma


 

Lascia un commento

Please enter your name.
Please enter comment.

1 2 3 4 5