Estrazione del Coltan e plusvalore relativo

  • Category: Lavoro
  • Date: ottobre 16, 2017

L’estrazione mineraria, è il settore in cui oggi si sviluppa nel senso marxiano più classico la produzione di plusvalore secondo il modo di produzione capitalistico installatosi fuori dall’orbita delle metropoli capitalistiche, quindi nei Paesi fornitori di materie prime come il Coltan, il minerale di tantalio o tantalite, soprattutto nella Repubblica Democratica del Congo o Congo Kinshasa per produrre microchip saldati su schede madri di smartphones, computers e per produrre componenti di aerei civili e militari.

Tutto CapitaleMerce che gonfia il ventre del consumo tecnologico dell’Occidente capitalistico. La sinterizzazione del Coltan, minerale radioattivo, si basa sul largo impiego del lavoro minorile. Bambini congolesi, e anche cinesi in Cina, estraggono il minerale a mani nude, sono capaci di infilarsi nelle bocche, nei cunicoli, nei pozzi delle miniere, e di estrarne in quantità maggiore rispetto ad un minatore adulto. La polvere di questo minerale è materia prima utilizzata dai Paesi capitalistici per le merci suddette.

Il metodo statunitense SLS (Sinterizzazione Laser Selettiva), è un modo per ridurre i costi del capitale costante, in particolare la sua componente fissa, dal momento che il laser può attraversare in 3” lo stampo di grafite in cui è iniettata la polvere metallica del Coltan e compattarla eliminando le porosità interstiziali, cioè i pori esistenti tra i granuli della polvere metallica. Con il metodo SLS si evitano di utilizzare quindi i vecchi forni di sinterizzazione e si può evitare di bruciare gas e idrocarburi per accendere quei forni. Quindi gli imprenditori risparmiano anche sul materiale ausiliario, gas e idrocarburi, cioè sulla parte circolante del capitale costante.

Il Coltan, o il minerale di tantalio o tantalite, può essere estratto non solo a mani nude, ma anche da un minatore adulto con colpi di martello sulla testa di un grosso chiodo la cui punta viene conficcata nello strato roccioso. Il minerale che cade dalla parete rocciosa, o estratto a mani nude dai bambini, viene poi pestato e ridotto in polvere. Se supponiamo che un minatore adulto in una settimana, cioè in sei giorni di lavoro, estrae una tonnellata di Coltan, in un giorno ne estrae 166 Kg. e 2/3 durante 12 ore di lavoro producendo un neovalore di $ 2,50 al giorno. Essendo in Congo la produttività del lavoro bassa, dove la massa di strumenti di lavoro è ridotta ed è costituita da chiodi, blocchi di selce offerti in natura per ridurre in polvere il minerale estratto, il 90% del capitale può essere costituito da capitale variabile, dai salari per la forza lavoro, mentre il 10% del capitale sarà capitale costante.

Possiamo esprimere il saggio del plusvalore come uguale al 25%, di cui il plusprodotto di 33 kg. e 1/3 di Coltan, si rappresenta nel plusvalore di $ 0,50 prodotto in 2 ore e 2/5 di pluslavoro, mentre il valore di $ 2, prodotto in 9 ore e 3/5, retribuisce il salario dell’operaio dopo la vendita imprenditoriale di 133 Kg. e 1/3 di Coltan, cioè la quantità di prodotto necessario a retribuire il salario dell’operaio: pv’ = $ 0,50pv / $ 2v = 25% = 2 ore e 2/5 pluslavoro / 9 ore e 3/5 lavoro necessario = = 33 e 1/3 Kg. plusprodotto / 133 Kg. e 1/3 prodotto necessario = 25% Il prodotto di 1 ora di lavoro è pari a 20 cents e 5/6 di dollaro equivalenti a 13 Kg e 8/9 di prodotto con il neovalore, escluso il capitale costante, di 1 cent e ½ di dollaro al chilo. Ma il minatore bambino può estrarre, nello stesso tempo, cioè in 12 ore di lavoro, per esempio il 25% in più di Coltan, ovvero 1 tonnellata e ¼ alla settimana e in un giorno 208 Kg. e 1/3, il cui neovalore è sempre espressione di 12 ore di lavoro, quindi pari sempre a $ 2,50.

Il prodotto di 1 ora di lavoro sarà ora pari a 17,36 Kg e 1/9 di Coltan del valore di 20 cents e 5/6 di dollaro ma il valore di 1 Kg. di Coltan sarà pari a 1 cent e 1/5 di dollaro perché il bambino minatore estrae 13 Kg. di Coltan e 8/9 in 48 minuti anziché 1 ora, cioè impiegherà il 20% in meno del tempo di lavoro necessario ad un adulto. Inoltre, un minatore bambino può ricostituire la sua forza lavoro solo per sé stesso, e non per tutta la famiglia, con zuppa di cereali (riso, mais e miglio), legumi, manioca, patate dolci e banane. E se la famiglia del minatore adulto è composta da sei componenti tale per cui il minatore adulto debba ricevere un salario di 2 dollari al giorno per provvedere a sé stesso e alla sua famiglia, il minatore bambino riceverà 50 cents di dollaro perché riprodurrà il valore della sua forza lavoro in 1/5 del tempo necessario ad un minatore adulto. Così dei $ 2,50 contenuti in 208 and 1/3 kg. di Coltan, solo 2 ore e 2/5 vengono pagati al bambino per un lavoro di 12 ore. Le restanti 9 ore e 3/5 costituiscono il pluslavoro durante le quali produce un plusprodotto di Coltan pari a 166 Kg e 2/3.

Il prodotto necessario a che il bambino riproduca il valore della sua forza lavoro di 50 cents in 2 ore e 4/5 sarà pari alla vendita imprenditoriale di 41 Kg. e 2/3 di Coltan, cioè alla quantità di prodotto necessario che reintegra il salario del bambino. Il saggio del plusvalore sarà del 400%. pv’ = $ 2pv / $ 0,50v = 400% = = 9 ore e 3/5 pluslavoro / 2 ore e 2/5 lavoro necessario =166 Kg. e 2/3 plusprodotto/41 Kg. e 2/3 prodotto necessario = 400%. Se cinque minatori su sei sono bambini, e il plusvalore che costoro producono è del 400%, mentre un adulto produce un plusvalore del 20%, il saggio medio del plusvalore risulterà dalla media giornaliera data dalla somma del plusvalore del 400% prodotto da cinque bambini, pari cioè al 2000 (%) più 20 (%) fornito da un adulto. Il saggio medio del plusvalore sarà dunque pari a 2.020%:6 = 336 2/3%. Ma l’imprenditore può uniformare il saggio del plusvalore al 400% portando anche il salario del minatore adulto a 50 cents di dollaro escludendo dai suoi mezzi di sussistenza alimentari giornalieri la zuppa di cereali (riso, mais e miglio), legumi, manioca, patate dolci e banane riducendo la razione alimentare giornaliera a sole sei ciotole di zuppa di legumi e sei banane.

Francesco Lupinacci

Lascia un commento

Please enter your name.
Please enter comment.

1 2 3 4 5