Modena, lunedì mobilitazione in solidarietà di Aldo Milani

Pubblichiamo di seguito il comunicato della FIR e quello del SI Cobas modenese a proposito dell’udienza e della mobilitazione di lunedì prossimo a Modena per il “caso Aldo Milani” che prosegue da oltre un anno.


Il prossimo lunedì 28 maggio a Modena, con ritrovo alle 9 presso Largo di Porta Bologna (vicino al tribunale), si terrà una mobilitazione in solidarietà al coordinatore nazionale del sindacato SI Cobas, Aldo Milani, arrestato lo scorso 27 gennaio per presunta estorsione ai danni dei Levoni, potente famiglia industriale del settore carni a Modena.

Milani era stato velocemente rilasciato, sotto la pressione di uno sciopero selvaggio esploso immediatamente nel settore carni e ancor più nella logistica in tutto il paese, perché assolutamente non sussistevano la “flagranza di reato” e l’abbondanza di prove evidenti gridate ai quattro venti da questura e procura di Modena. Un’accusa del tutto strumentale e falsa, mossa per attaccare non solo Milani ma il SI Cobas intero e i lavoratori che in tutta l’Emilia avevano alzato la testa contro regimi di lavoro disumani. Il processo però continua e c’è perciò necessità di mantenere l’attenzione pubblica e la mobilitazione contro questo attacco giudiziario al movimento operaio.

Invitiamo per questo i lavoratori della provincia di Modena ad aderire allo sciopero convocato dal SI Cobas per tutta la provincia di Modena per lunedì dalle 4 alle 17, e a partecipare al presidio di lunedì mattina, così come invitiamo tutte le realtà di sindacali, politiche, di movimento operaie, studentesche, popolari a scendere in piazza e a schierarsi dalla parte del movimento operaio, dei lavoratori che si sono ribellati al sistema di sfruttamento brutale del settore carni, di Aldo Milani ingiustamente accusato.

 

Frazione Internazionalista Rivoluzionaria

 

La dichiarazione di Aldo Milani riguardo al processo lo scorso settembre.

Aldo Milani, coordinatore nazionale SI Cobas, spiega il suo caso e la situazione nel settore carni, dove la lotta ha provocato la repressione e anche questa persecuzione giudiziaria.

Pubblicato da La Voce delle Lotte su mercoledì 27 settembre 2017

 

Lunedì 28 maggio si terrà presso il Tribunale di Modena l’udienza dibattimentale del processo ad Aldo Milani, coordinatore nazionale del nostro sindacato: un processo tutto politico, una montatura giudiziaria ordita da questura e procura per contrastare l’estensione delle lotte operaie nella nostra provincia.Ai piani alti si sono accorti che manganelli, gas, denunce e licenziamenti non sono sufficienti a fermare la determinazione dei lavoratori.

Crescono infatti i picchetti, gli scioperi e la formazione di nuovi Comitati di Base si allarga a macchia d’olio.
Le lotte dei facchini sono state di esempio per migliaia di lavoratori in altri settori: oggi la bandiera rossa del S.I. Cobas sventola non solo davanti ai magazzini della logistica, ma anche davanti ai macelli, alle fabbriche metalmeccaniche, nelle industrie ceramiche.
La strategia del fango contro Aldo, accusato di “estorcere” il denaro dovuto dall’azienda ai lavoratori, é un’aggressione non soltanto al S.I. Cobas ma a tutte le organizzazioni sindacali.
Una strategia che si inserisce nella più ampia campagna del governo contro il sindacalismo di base e contro il diritto di sciopero.
Per queste ragioni, il Sindacato Intercategoriale Cobas – Coordinamento di Modena CONVOCA il giorno lunedì 28 maggio 2018, dalle ore 4:00 alle ore 17:00 lo SCIOPERO su tutto il territorio provinciale.Invita, tutti i Comitati di Base, i lavoratori e le lavoratrici autorganizzati, i movimenti di lotta sociale a partecipare numerosi al PICCHETTO DI SOLIDARIETA’ AD ALDO MILANI, lunedì 28 maggio, dalle ore 09:00 in largo Porta Bologna (via Emilia Centro – largo Garibaldi).

S.I. COBAS – Coordinamento di Modena

Lascia un commento

Please enter your name.
Please enter comment.

1 2 3 4 5

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.