La serie TV di prossima uscita dedicata a Lev Davidovic Trotsky conterà otto capitoli, i quali narreranno i successi più significativi della vita del dirigente bolscevico, divenuto una delle personalità di spicco del ventesimo secolo.


Il 17 ottobre sarà presentata, in esclusiva a Cannes, la miniserie “Trotsky”, basata sulla vita di Lev Davidovic Bronstein (detto Trotsky), teorico marxista e fra i principali dirigenti bolscevichi, insieme a Lenin, della rivoluzione dell’ottobre 1917.

L’opera è diretta dal russo Alexander Kott e vede come protagonista l’attore Konstantin Khabensky, che interpreta il fondatore dell’Armata Rossa, una delle personalità più affascinanti e appassionanti della prima metà del secolo scorso.

La serie è stata prodotta dalle Produzioni Sedra insieme al Canale Uno di Russia, e costituisce la prima megaproduzione di questo paese che commemora il centenario della rivoluzione russa, periodo che vide emergere personalità politiche come quella di Vladimir Il’ič Ul’janov (Lenin), Grigorij Evseevič Zinov’ev e Aleksandra Michajlovna Kollontaj tra gli altri.


Può interessarti: Debutta “Il prescelto”, film d’epoca sull’assassinio di Leon Trotsky


La miniserie conterà otto capitoli, i quali comprenderanno una serie di eventi della vita di Trotsky, tra i quali la presa del Palazzo d’Inverno, il suo ruolo come Presidente del Consiglio Rivoluzionario di Guerra, così come i momenti difficili della sua vita, come la persecuzione della sua famiglia per mano dello stalinismo, e il suo assassinio in Messico.

Senz’altro è presto per elaborare una critica più esaustiva a questa opera, tenendo anche conto che si sono registrate diverse prospettive dalle quali si è tentato di ritrarre cinematograficamente – prospettive che si sono slegate dal suo lascito di marxista rivoluzionaria, esaltando o deformando la sua biografia.

La premiere ufficiale si terrà alla Fiera Mondiale dell’Industria dell’Intrattenimento (MIPCOM in francese), nello spazio dedicato alla rivoluzione russa, che comprenderà altre grandi produzioni internazionali, e presso il quale la Russia presenterà progetti notevoli come “The Road to Cavalry” e “Gogol”, basato quest’ultimo sulla vita dell’acclamato artista russo del diciannovesimo secolo

Trailer della miniserie “Trotsky”

di Edson Elgueta, da La Izquierda Diario Chile

Nato a Cesena nel 1992. Ha studiato antropologia e geografia all'Università di Bologna. Direttore della Voce delle Lotte, risiede a Roma e milita nella Frazione Internazionalista Rivoluzionaria (FIR).