Riceviamo e pubblichiamo un aggiornamento sulla vertenza SDA.


Proprio oggi, nella giornata in cui i lavoratori del S.I. Cobas, con una forte partecipazione di operai di SDA hanno aderito allo sciopero dei lavoratori di Amazon. bloccando i cancelli per tutta la mattinata, si è svolto a Milano un tavolo di trattativa per definire, in seguito allo sciopero di ieri notte, le condizioni di rientro economico dei lavoratori dai danni subiti dalla serrata e quindi dei bassi stipendi ricevuti per il mese di Ottobre. All’incontro erano presenti per SDA Salvatore Cocchiaro, Luca Borgonovo e Maurizio Diano; per UCSA Davide Adami.
Il tavolo ha perciò definito che:
– I lavoratori riceveranno un anticipo retributivo di 400 €, il primo bonifico oggi e il secondo martedì, chi non riceverà il bonifico, per mancanza di UCSA rispetto
agli IBAN riceverà la prima rata in contanti già in serata. L’anticipo sarà restituito in 12 rate se UCSA rimarrà sull’appalto;
– SDA entro questo pomeriggio dovrà definire il pagamento delle spettanze arretrate lasciate da CPL, nel caso non pagasse l’ex datore di lavoro, SDA si attiverà immediatamente in surroga;
– SDA si attiverà già oggi per garantire che CPL fornisca i CUD del 2017 ai lavoratori per fare in modo che UCSA possa fornire un solo CUD ai lavoratori a Marzo;
– In settimana sarà definito il passaggio a tempo indeterminato dei lavoratori ex Adecco, in base all’anzianità maturata;
Si è inoltre riaperta una trattativa di carattere nazionale in sede Fedit per discutere dei problemi relativi ai contrasti che si sono sviluppati in tutti i magazzini della SDA dove siamo presenti. Un’occasione per parlare di assetti produttivi, problemi derivati dalla serrata aziendale, job acts a Carpiano ed un eventuale premio di produzione.
La nostra presenza sul piano nazionale e l’unità dei lavoratori inizia a produrre i primi frutti.

UNITI SI VINCE!

Coordinamento nazionale SDA S.I. Cobas
Esecutivo nazionale S.I. Cobas