Accoltellato militante di Potere al Popolo a Perugia da 4 fascisti

Dopo l’attentato terroristico del fascista Luca Traini, le aggressioni contro donne a Roma da parte di Casapound, balze alle cronache un altro atto di squadrismo neofascista, che contrassegna ulteriormente l’attuale campagna elettorale.

Due militanti di Potere al Popolo, nella serata del 20 febbraio, sono stati aggrediti da una un gruppo di fascisti mentre attaccavano dei manifesti. Sono stati accerchiati da 4 persone, che dapprima li hanno aggrediti con dei pugni per poi passare all’utilizzo di un coltello sferrato 4 volte due alla coscia e due alla schiena ai danni di uno dei militanti di Potere al Popolo.

Pare non sia in gravi condizioni. Come La Voce delle Lotte esprimiamo la nostra più totale solidarietà ai compagni di Potere al Popolo vittime della violenza barbara del fascismo.

La borghesia non ha nessun interesse a sciogliere i gruppi fascisti. La recente sentenza della Corte Costituzionale, le parole di Berlusconi sul ritenere pericolosi gli antifascisti ma non i fascisti, e gli spazi che sempre più vengono concessi ai gruppi xenofobi, dimostrano che la borghesia non ha nessun interesse a “sciogliere i gruppi neofascisti”.

In un contesto politico nel quale il fascismo si ripulisce la faccia e viene presentato come legittimato, rivendichiamo la preparazione all’autodifesa del movimento operaio, delle sue organizzazioni, al fine di tutelare l’agibilità politica e l’incolumità fisica dei lavoratori e dei militanti di sinistra.

Il 24 saremo a Roma assieme al movimento operaio per ribadire questa necessità unita a quella di affrontare il sistema capitalistico nel suo complesso e abbatterlo.

Redazione La Voce delle Lotte

Lascia un commento

Please enter your name.
Please enter comment.

1 2 3 4 5

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.