Riportiamo il comunicato di convocazione di una seconda assemblea nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori combattivi, sulla scia della prima, riuscita assemblea a Bologna e delle iniziative da essa lanciate.

La doppia crisi chiede a lavoratrici e lavoratori, a tutto il movimento operaio, di rispondere attivamente e in modo unitario alla doppia crisi pandemica e economica: con la mobilitazione e lo sciopero possiamo presentare con forza un programma operaio e popolare per far pagare la crisi ai capitalisti che si stanno arricchendo ancora di più sacrificando le nostre vite.


Dopo la riuscita delle iniziative organizzate il 24 ottobre in molte città italiane, che hanno visto una partecipazione che è andata ben oltre le più rosee aspettative e nelle quali sono stati coinvolti/e migliaia di lavoratori, lavoratrici e solidali, abbiamo la necessità di rilanciare l’iniziativa e il percorso nato con l’assemblea del 27 settembre a Bologna.

La ripresa impressionante dei contagi, che colpisce in modo particolare chi lavora, impone di rimettere al centro l’iniziativa per la difesa della salute e della vita dei lavoratori.

La rottura delle trattative per il rinnovo del CCNL dei metalmeccanici la risposta inadeguata di Fiom, Fim e Uilm e l’entrata in scena di settori della piccola e media borghesia, che tendono a diventare polo di attrazione di un malcontento diffuso, impongono il rilancio di un punto di vista di classe.

La piattaforma approvata il 27 settembre dall’assemblea nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori combattivi mantiene tutta la sua attualità: ora si tratta di dare corpo e gambe a quella proposta e a quelle rivendicazioni.

Non sfugge a nessuno che viviamo in un contesto sociale e politico che cambia repentinamente: altrettanto veloce e precisa deve essere la nostra risposta.

Le contraddizioni esplose nel blocco sociale che finora ha sostenuto il governo, ci impongono la necessità di consolidare il percorso unitario fin qui intrapreso, e di lanciare un nuovo appello a tutte le forze e le soggettività del sindacalismo di classe e combattivo per la proclamazione in tempi brevi di un vero sciopero generale nazionale.

Per questo convochiamo per il giorno 29 novembre a partire dalle ore 10 l’assemblea nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori combattivi in modalità telematica.

Per il link di accesso alla riunione contattateci a: assemblea279@gmail.com

Assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori combattivi