Le autorità hanno definito l’attacco “terroristico”, ma la polizia locale ha detto che “il motivo non è ancora chiaro”.


Almeno otto persone sono state ferite, alcune gravemente, mercoledì in un attacco a Vetlanda (Svezia meridionale) che la polizia ha descritto come “terroristico”. L’aggressore è stato colpito durante l’arresto e portato in ospedale.

L’incidente è iniziato intorno alle 15.00 , secondo il giornale “Dagens Nyheter”, quando un uomo sui 20 anni ha attaccato diverse persone con un coltello – un’ascia o un coltello, a seconda dei rapporti – nel centro di questa cittadina di poco più di 13.000 abitanti.

Il ministro degli interni svedese Mikael Damberg ha definito l’incidente “orribile” in una dichiarazione. “Al momento non è del tutto chiaro cosa sia successo e quali siano i motivi”, ha aggiunto.

Secondo il portavoce della polizia regionale Thomas Agnevik, l’aggressore è stato colpito e ferito dalla polizia che è arrivata sulla scena pochi minuti dopo e portato in un ospedale vicino. Il suo attuale stato di salute non è stato rivelato.

L’incidente è stato inizialmente classificato come tentato omicidio, ma poco prima delle 19.00 è stato cambiato nella categoria di sospetto attacco terroristico, secondo il giornale “Aftonbladet”. Tuttavia, la portavoce della polizia locale ha detto che “il motivo non è ancora chiaro” perché l’uomo “non è stato ancora interrogato”.

La polizia ha dichirato che non ci sono indicazioni che il detenuto abbia agito di concerto con altri e ha sottolineato che la situazione è attualmente “sotto controllo”.

Secondo i servizi di emergenza SOS Alarm, otto persone sono state portate in ospedale con ferite di varia gravità.

Le forze di sicurezza hanno isolato diverse aree del centro della città – compresa la stazione centrale – e il traffico ferroviario attraverso Vetlanda è stato temporaneamente sospeso.