L’assemblea virtuale nazionale di ieri, lanciata dal SI Cobas, ha visto la partecipazione di circa 150 persone che hanno discusso l’attuale situazione di crisi, non solo sanitaria, e le misure con cui opporre un programma operaio e popolare alla politica del governo e degli industriali. Sulla Voce è già comparsa una proposta di programma d’emergenza per affrontare la crisi sanitaria. Nell’articolo, rimandiamo agli interventi tenuti da FIR, Il pane e le Rose e CSR nell’assemblea.


Un successo inaspettato, quello dell’assemblea tenutasi ieri su Zoom (applicazione di videochiamate, come Skype) a seguito dell’appello lanciato dal sindacato Si Cobas, al quale hanno risposto diverse organizzazioni da tutta Italia: i sindacati Confederazione Cobas, ADL Cobas, Slai Cobas e la CUB, movimenti come i Blocchi Precari Metropolitani e Campagne in Lotta, organizzazioni politiche tra cui Rifondazione, PCL, PaP e SA.

Circa trenta interventi, aperti dalla relazione di Eduardo Sorge, dirigente del Si Cobas e portavoce del Movimento dei disoccupati napoletani “7 novembre”, si sono susseguiti per oltre tre ore.

Hanno partecipato al dibattito anche Giacomo Turci per la Frazione Internazionalista Rivoluzionaria e Ilaria Canale per la corrente femminista “Il pane e le rose”, di cui riportiamo nei link seguenti gli interventi, insieme a quello di Luca Gieri del Coordinamento Studentesco Rivoluzionario che, per ragioni di tempo, non è stato possibile fare.

_Intervento FIR

_Intervento Il Pane e le Rose

_Intervento CSR