Questo giovedì 18 febbraio, dalle 14, si terrà a piazza san Silvestro, vicino la Camera dei Deputati, un presidio in opposizione al nuovo governo Draghi, che in quelle ore riceverà la fiducia.

Un insieme di realtà politiche, sindacali, associative della sinistra ha lanciato la manifestazione, a cui aderiscono le forze del Patto d’azione anticapitalista così come, tra gli altri, Potere al Popolo, il PCI e Rifondazione.

Partecipiamo e prendiamo subito posizione contro la nuova larga maggioranza amica dei banchieri e degli industriali!

Di seguito, riportiamo l’appello congiunto.

***

18/02 – MANIFESTAZIONE CONTRO IL GOVERNO DRAGHI. NESSUNA FIDUCIA NEL GOVERNO DI BANCHE, CONFINDUSTRIA E MULTINAZIONALI!

Tra mercoledì e giovedì il nuovo governo presieduto da Mario Draghi riceverà la fiducia in Parlamento da tutte le principali forze politiche (dal PD alla LEGA passando per il M5S e LEU), con il sostegno aperto di Confindustria, di tutti gli organi di informazione da loro posseduti e dell’Unione Europea.

Sappiamo che questo nuovo esecutivo nasce con la prospettiva dichiarata di un drammatico sblocco dei licenziamenti, la spartizione delle centinaia di miliardi del Recovery Fund tra i vari settori padronali e l’evolversi di una crisi i cui costi sono sempre più scaricati sulle classi popolari in nome della tutela dei profitti di banche e grandi imprese.

Giovedì 18 saremo in piazza durante il voto di fiducia perché è fondamentale costruire sin da subito un’opposizione a questo governo e al suo programma, che sta già assumendo i contorni chiari del massacro sociale.

Chiamiamo alla mobilitazione i lavoratori e le lavoratrici, i disoccupati e le disoccupate, i precari e le precarie, gli studenti e le studentesse, le classi popolari e tutte le realtà di lotta che non vogliono restare a guardare mentre si insedia un governo che è diretta espressione di un fronte unico padronale pronto a colpirci a suon di politiche antipopolari.

È ora di unirsi nella lotta contro il governo di banche e padroni: non pagheremo noi questa crisi!